Assistenza di lavori ibridi in Provenza-Alpi-Costa Azzurra
Organizzo il mio soggiorno ibrido in Provenza-Alpi-Costa Azzurra

Legislazione sul Telelavoro Francese – Settore Privato

Di cosa si tratta?

Il telelavoro è una forma di organizzazione del lavoro basata sulle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Il telelavoro permette o richiede al dipendente di lavorare lontano dai locali del datore di lavoro.

Il dipendente può quindi lavorare sia a casa che in un tele centro (se vive lontano dalla sua azienda o se ha una professione nomade per esempio).

L'attuazione

Il telelavoro è attuato:

 

In assenza di una carta o di un contratto collettivo, quando il dipendente e il datore di lavoro si accordano per utilizzare il telelavoro, formalizzano il loro accordo con qualsiasi mezzo.

Ci sono 2 forme di telelavoro:

  • Il telelavoro regolare consente la regolarità nell’uso del tempo. Questo sistema è specificato nel contratto collettivo o nello statuto redatto dal datore di lavoro previa consultazione del CSE se esiste
  • Il telelavoro occasionale consente, in circostanze eccezionali (epidemia di Covid-19, ad esempio), di impostare questo dispositivo

 

Nota: in circostanze eccezionali (ad esempio, minaccia di epidemia), il telelavoro può essere imposto senza il consenso dei dipendenti. Questa disposizione si applica anche nei casi di forza maggiore. Queste misure possono essere prese per garantire la continuità dell’attività e la protezione dei lavoratori.

Organizzazione del lavoro

Il contratto collettivo o lo statuto redatto dal datore di lavoro deve specificare i seguenti elementi:

  • Posizioni ammissibili al telelavoro
  • Condizioni per passare al telelavoro (in caso di un episodio di inquinamento, per esempio) e tornare a un contratto di lavoro senza telelavoro
  • Modalità di accettazione da parte del dipendente delle condizioni per l’attuazione del telelavoro
  • Modalità di controllo dell’orario di lavoro o regolazione del carico di lavoro
  • Determinazione delle fasce orarie durante le quali il datore di lavoro può normalmente contattare il dipendente in telelavoro

Obblighi del datore di lavoro

Rifiuto del telelavoro

Il datore di lavoro che rifiuta di concedere il telelavoro a un dipendente che occupa una posizione che gli permette di beneficiarne (alle condizioni previste dal contratto collettivo o dallo statuto) deve motivare la sua risposta.

Materiale di lavoro

Il datore di lavoro deve informare il dipendente di qualsiasi restrizione nell’uso di attrezzature o strumenti informatici o servizi di comunicazione elettronica. L’informazione avvisa il destinatario delle sanzioni in caso di mancato rispetto di tali restrizioni.

Colloquio annuale

Il datore di lavoro deve organizzare un colloquio annuale incentrato sulle condizioni di lavoro del dipendente e sul suo carico di lavoro.

Diritti dei telelavoratori

Diritti generali

Il telelavoratore è un dipendente dell’azienda. Ha quindi gli stessi diritti individuali e collettivi di tutti i dipendenti:

  • Accesso alla formazione
  • Rispetto della vita privata
  • Diritto alla disconnessione
  • Salute e sicurezza sul lavoro
  • Accesso alle attività sociali aziendali, informazioni sindacali, benefici sociali (buoni pasto, buoni vacanza, ad esempio)

Interrompere il telelavoro

Il telelavoratore ha il diritto prioritario di prendere o ritornare ad un posto non di telelavoro che corrisponda alle sue qualifiche e competenze professionali. Il suo datore di lavoro è tenuto a informare il telelavoratore della disponibilità di tale posizione.

Rifiuto del telelavoro

Il rifiuto di accettare il telelavoro non è un motivo di rescissione del contratto di lavoro.

Infortunio sul lavoro

Si presume che l’infortunio verificatosi nel luogo in cui viene effettuato il telelavoro durante l’esercizio dell’attività professionale del telelavoratore sia un infortunio sul lavoro.